Pinacoteca di Brera Informazioni

Ritratto di Teresa Manzoni Stampa Borri

Francesco Hayez

Teresa Borri Stampa nel 1837 si unì in seconde nozze con Alessandro Manzoni, anch’egli vedovo, per il quale fu una preziosa consigliera. Suo fu il suggerimento di pubblicare i “Promessi Sposi” a fascicoli e illustrati da incisioni, una novità editoriale che accrebbe la popolarità del romanzo. L’opera giunse a Brera nel 1900 grazie al lascito di Stefano Stampa, figlio di Teresa. Il ritratto, che fa pendant con quello di Alessandro Manzoni, era stato commissionato dallo stesso Stefano Stampa nel 1847 ed era poi rimasto per altri due anni nello studio del pittore, che vi appose la firma di ispirazione patriottica.
Il ritrattista più amato dalla committenza aristocratica e liberale della Milano del primo Ottocento realizza qui un’opera di destinazione privata, che trae spunto, per l’iconografia, l’abbigliamento e l’atmosfera, dalla dimensione domestica e quotidiana della protagonista: la destinazione strettamente privata è sottolineata dal flacon d’odeur, che Teresa, malaticcia, aveva sempre con sé.

Media
Scarica l'immagine ad alta risoluzione TITOLO Ritratto di Teresa Manzoni Stampa Borri
AUTORE Francesco Hayez
DATA 1847 - 1849
MATERIA E TECNICA Olio su Tela
DIMENSIONI cm 117 x 92
INVENTARIO 6334
SALA XXXVIII
FIRMA Fran.co Hayez italiano / della città di Venezia 1849
Opera esposta
Condividi
Potrebbero interessarti anche opere:
Dello stesso autore Dello stesso periodo Nella stessa sala espositiva

Scopri la collezione della Pinacoteca di Brera

Capolavori Catalogo delle opere Altissima definizione
1