Pinacoteca di Brera Informazioni

Veduta del Canal Grande con le Fabbriche Nuove di Rialto

Francesco Guardi

Il quadro è pervenuto alla Pinacoteca grazie al legato di Pietro Oggioni.
Pendant della Veduta del Canal Grande, la tela è stata sicuramente dipinta dopo il 1754, anno a cui risale la costruzione del campanile a bulbo della chiesa di San Bartolomeo che appare in lontananza. Guardi sfrangia le superfici con rapidi tocchi di luci e ombre, che danno vita anche alle numerose figurette e restituiscono verità drammatica alle sue vedute.
Le origini del vedutismo di Guardi, che si era formato come pittore di figure nella bottega del padre Domenico, si possono far risalire alla metà degli anni cinquanta del Settecento, quando Francesco si avvicinò a Canaletto imitandone inquadrature prospettiche e respiro paesaggistico, adottando tuttavia una trattazione pittorica più rapida e sfrangiata, che riproduceva sulla tela atmosfere più mosse e vibranti di quelle elaborate dal maestro.

 

Scarica l'immagine ad alta risoluzione TITOLO Veduta del Canal Grande con le Fabbriche Nuove di Rialto
AUTORE Francesco Guardi
DATA 1756 - 1760
MATERIA E TECNICA Olio su Tela
DIMENSIONI cm 56 × 75
INVENTARIO 665
SALA XXXV
Opera esposta
Condividi
Potrebbero interessarti anche opere:
Dello stesso autore Dello stesso periodo Nella stessa sala espositiva

Scopri la collezione della Pinacoteca di Brera

Capolavori Catalogo delle opere Altissima definizione
1