Pinacoteca di Brera Informazioni

San Girolamo nel deserto

Cima da Conegliano (Giovanni Battista Cima)

La tavoletta giunse a Brera con le requisizioni napoleoniche, le informazioni circa la provenienza originaria sono scarsissime. Potrebbe trattarsi della stessa tavola registrata nella seconda metà del XVII secolo nel Reliquiario di San Giorgio Maggiore a Venezia. Sul retro è presente un’antica scritta (Lamberti opus) che ha indotto parte della critica ad attribuire l’opera a Pasqualino Veneto, il cui cognome era Lamberto, anche se ora l’opera è attribuita a Cima da Conegliano e databile intorno al 1495. Il Boschini, uno storico dell’arte del Seicento, descrive però “un San Gerolamo nell’eremo, bellissimo, di mano del Lamberti”. Ricerche future potrebbero quindi condurre a un cambio di attribuzione.

San Girolamo è un santo amato dagli intellettuali per aver tradotto la Bibbia in latino. Qui il leone è così piccolo da sembrare un gatto.

Scarica l'immagine ad alta risoluzione TITOLO San Girolamo nel deserto
AUTORE Cima da Conegliano (Giovanni Battista Cima)
DATA 1493 - 94
MATERIA E TECNICA Olio su Tavola
DIMENSIONI 37x30
INVENTARIO 324
SALA VII
FIRMA Lamberti Opus
Opera esposta
Condividi
Potrebbero interessarti anche opere:
Dello stesso autore Dello stesso periodo Nella stessa sala espositiva

Scopri la collezione della Pinacoteca di Brera

Capolavori Catalogo delle opere Altissima definizione
0