Pinacoteca di Brera Informazioni

Monumento a Pietro Verri

Innocenzo Fraccaroli

Il monumento, costituito da una statua e da un’alta base, fu il primo ad essere collocato nel cortile d’onore del Palazzo di Brera, seguito pochi mesi dopo da quello dedicato al matematico Bonaventura Cavalieri di Giovanni Antonio Labus (Milano 1806-1857).
L’erezione dei due monumenti era stata promossa per accogliere gli scienziati che convennero a Milano per partecipare al VI Congresso scientifico che nel settembre 1844 si svolse nella Sala Napoleonica del palazzo braidense.
La grande statua è opera di Innocenzo Fraccaroli, artista veneziano, allievo a Roma del grande scultore neoclassico Bertel Thorvaldsen, e reduce dagli entusiastici consensi di pubblico e di critica riservati al suo Achille ferito ( Milano, Galleria d’Arte Moderna, depositato dalla Pinacoteca di Brera). L’opera esposta all’ annuale rassegna di Brera del 1842 fu ammirata per la straordinaria lavorazione del marmo nella resa dell’anatomia dell’eroe mitologico, e per l’eccellenza della forma che l’avvicinava alle sculture classiche.
Al contrario Pietro Verri, economista, filosofo e fondatore della scuola illuminista milanese, è effigiato negli abiti del suo tempo, con un ampio mantello drappeggiato quasi fosse una toga.
La scultura, recentemente oggetto di un intervento di pulitura, ha riportato alla luce l’esecuzione virtuosistica delle differenti superfici: la lucidatura perfetta degli incarnati, la resa della tessitura delle vesti, la lievità dei merletti, la finezza della capigliatura.

Scarica l'immagine ad alta risoluzione TITOLO Monumento a Pietro Verri
AUTORE Innocenzo Fraccaroli
DATA 1844
MATERIA E TECNICA Marmo
TECNICA OPERA Scultura
SALA Cortile

Condividi
Potrebbero interessarti anche opere:
Dello stesso autore Dello stesso periodo Nella stessa sala espositiva

Scopri la collezione della Pinacoteca di Brera

Capolavori Catalogo delle opere Altissima definizione

In Evidenza