Pinacoteca di Brera Informazioni

Le coup de foudre

Gino Severini

Questo pannello insieme al vicino, intitolato Le demon du jeu, faceva parte di una serie di sei pannelli decorativi commissionati nell’estate del 1928 a Severini da Léonce Rosenberg per la penultima stanza del nuovo appartamento di rappresentanza che il mercante-editore d’arte parigino stava riadattando con l’intento di farne un vero “tempio del gusto” e un’esposizione permanente dei principali artisti legati alla Galérie de l’effort moderne, da lui aperta nel 1918. L’incarico prevedeva la realizzazione di un ciclo di sei tele, delle quali solo quattro sono oggi conosciute: le due, acquistate dallo Stato con diritto di prelazione nel 2007 e destinate alla Pinacoteca di Brera, L’equilibriste, l’unica di formato quadrato, e Lecon de musique, quest’ultima oggi irreperibile, furono realizzate a Roma tra il dicembre 1928 e il gennaio 1929. Rosenberg aveva richiesto a Severini paesaggi classici abitati da personaggi mitologici, ma l’artista italiano propose di sostituire le figure pseudo-antiche con maschere della commedia italiana a lui più congeniali, moderni capricci all’italiana, dominati dall’antico, in cui sono mescolati con grande sicurezza artigianale, l’à plat delle avanguardie, la natura morta, il rosso cupo della pittura pompeiana ad encausto, la teatralità dei deus ex machina.

L’opera in esame, frutto di una ricerca tesa al recupero e all’analisi della complessità dello spirito classico e della ricorrente attualità, si isola per lo straordinario livello qualitativo e la felicità di invenzione ed è documento insostituibile del clima culturale, pieno di sfaccettature, che esprime l’attività degli artisti che dal 1920-21 sino al 1932-33 si dividono tra Parigi e l’Italia.

Il recente acquisto dei pannelli di Severini ben si integra nelle collezioni di pittura del Novecento della Pinacoteca di Brera, che in anni recenti ha acquisito altre due opere legate al progetto dell’appartamento Rosenberg al n. 35 in Rue Longchamp: la Course des quadrigues – acquisto 1998 – realizzata da Giorgio De Chirico per la sala da pranzo e La cité des promesses – acquisto 2004 – di Alberto Savinio per un altro degli ambienti del raffinato appartamento.

Il pannello è firmato in basso a destra dall’artista G. Severini.

Scarica l'immagine ad alta risoluzione TITOLO Le coup de foudre
AUTORE Gino Severini
DATA 1928
MATERIA E TECNICA Olio su Tela
DIMENSIONI cm 160 x 66
INVENTARIO Reg. Cron. 7513
SALA X
Opera esposta
Donazione
Condividi
Potrebbero interessarti anche opere:
Dello stesso autore Dello stesso periodo Nella stessa sala espositiva

Scopri la collezione della Pinacoteca di Brera

Capolavori Catalogo delle opere Altissima definizione
0