Pinacoteca di Brera Informazioni

Annunciazione

Bernardo Zenale

L’artista ha riunito intorno alla Vergine tredici angeli volanti, contrariamente alla versione evangelica che indicava il solo arcangelo Gabriele; ogni angelo reca oggetti simbolici allusivi al sacrificio di Cristo. La singolare scelta iconografica viene collegata dagli studiosi all’ “Apocalypsis Nova”, il testo visionario del beato Amedeo Mendez de Silva, che ebbe la massima diffusione a Milano all’inizio del Cinquecento.

La provenienza originaria dell’opera è stata recentemente accertata sulla base di una menzione del Latuada, che la ricorda nella chiesa del convento di Santa Marta a Milano; un’altra ipotesi era stata indicata da Giovanni Romano nella cappella di San Giuseppe in Santa Maria della Pace. La tavola qui esaminata è stata confrontata con la Pala Busti, concordemente attribuita dalla critica all’orbita zenaliana. L’Annunciazione costituiva probabilmente il coronamento della decorazione a fresco in Santa Marta, che comprendeva anche figure di Santi nelle nicchie, che levati dalla chiesa nel 1761 furono portati a Brera nel 1808. La datazione dell’opera è da considerarsi post 1510 per la presenza, sullo sfondo, di due scene eseguite a monocromo raffiguranti Il peccato originale e La cacciata dei progenitori, tratti dalla serie di incisioni della Piccola Passione di Dürer.

Scarica l'immagine ad alta risoluzione TITOLO Annunciazione
AUTORE Bernardo Zenale
DATA 1510 - 1512
MATERIA E TECNICA Olio su Tavola
DIMENSIONI cm 265 x 165
INVENTARIO Reg. Cron. 456
SALA XV
Opera esposta
Condividi
Potrebbero interessarti anche opere:
Dello stesso autore Dello stesso periodo Nella stessa sala espositiva

Scopri la collezione della Pinacoteca di Brera

Capolavori Catalogo delle opere Altissima definizione
1