Pinacoteca di Brera Informazioni

Terzo giovedì serale Brera/Musica online

Per il terzo giovedì musicale di aprile, Brera/Musica, con la direzione artistica del Maestro Clive Britton e in collaborazione con la Fondazione Pro Canale, desidera portare a casa vostra anche questo concerto on line.

Programma

Concerto per violino Op.77 in re maggiore di Johannes Brahms (riduzione per violino e pianoforte) Primo tempo – Allegro non troppo.
Violino: Gennaro Cardaropoli
Pianoforte: Elisa Tomellini

 

Pietro Guarneri da Venezia, 1735 – Pro Canale Foundation
Nello stesso anno in cui Giuseppe Guarneri detto «del Gesù» costruiva il Baron Knoop-Gutman, suo fratello minore Pietro II fece questo violino a Venezia dove si stabilì, dopo aver lavorato assieme a lui nella bottega cremonese del padre e più tardi presso lo zio Pietro a Mantova.
L’esemplare del 1735 è eccezionale non solo per il modello ed il grazioso intaglio delle Effe, per il bellissimo riccio e la meravigliosa trasparenza della vernice, ma anche per la sonorità largamente portante e per il timbro di un colorito tipico di questo grande maestro.
Nel 1916, l’allora famoso violinista spagnolo Francisco Costa lo acquistò – dopo molte ricerche per un violino da concerto – dalla Casa Hill di Londra e lo suonò fino alla sua morte. Egli era noto oltre che per la sua bravura anche per la sua singolare simpatica bruttezza.
Il violino è in perfetto stato di conservazione ed è un esemplare tipico del maestro cremonese, che seppe trovare a Venezia legni non inferiori a quelli di Cremona. I suoi violini sono ricercatissimi, perché eccellenti e tipici «strumenti da concerto» come questo del 1735.

Gennaro Cardaropoli
Gennaro Cardaropoli a soli 17 anni vince il 1st Grand Prize all’Arthur Grumiaux International Violin Competition, 1° Premio alla Rassegna di Vittorio Veneto, 1° Premio Solista al Concorso giovani solisti della Filarmonica della Scala di Milano, 1° premio al Premio Nazionale delle Arti e 1° premio al concorso Claudio Abbado come migliore violinista italiano, 1° Grand Prize al Stockholm Competition e miglior solista conferitogli dall’Orchestra Sinfonica Claudio Abbado.

Nato a Salerno nel 1997, a soli 9 anni si esibisce alla presenza di Sua Santità Papa Benedetto XVI in diretta Rai. Incide con Warner Classics con il pianista Alberto Ferro.
Si diploma a 15 anni si perfeziona con Vadim Brodsky, Boris Belkin, Zachar Bron e Pavel Berman.
Si esibisce con l’Orchestra I Pomeriggi Musicali, l’Orchestra Verdi di Milano, l’Orchestra della Radio della Svizzera italiana, al Festival di Brescia e Bergamo e con l’Orchestra Verdi di Salerno.

La sua presenza lo vede protagonista al Grand Theatre de Monte Carlo, Grand Salle di Leon, Auditorio Nacional de Musica di Madrid, Barocco Hall di Stoccolma, Musikverein di Vienna, Queen’s University Hall di Belfast, Philarmonie di Parigi e di Toulouse, Kaunas Symphony Hall e Lituanian National Symphony Hall di Vilnius, Ekaterinburg Opera House, Ambasciata italiana di Berlino e Ambasciata italiana e francese di Tunisi, al Festival Hubermann in Israele e al Festival Eurasia.
Negli USA suona alla Carnegie Hall di New York, alla Philadelphia Concert Hall e al Washington Lincoln Center; con la Florida Phil Orchestra, a Tampa, Orlando e Miami, e con la Reno Symphony Orchestra in Nevada.

Fondazione Pro Canale
La Fondazione Pro Canale è un’istituzione no profit nata nel 1999 per la tutela, salvaguardia, valorizzazione e fruizione del patrimonio artistico d’eccellenza.
Fin dalla sua costituzione ha assunto una responsabilità sociale tramite una gestione innovativa del patrimonio culturale italiano, promuovendo la divulgazione del mecenatismo.
E’ ambasciatrice e rappresenta una delle eccellenze culturali italiane nel mondo.
La Fondazione è un museo vivente che preserva beni musicali, li restaura e li valorizza puntando sulla next generation di qualità. Gestisce la più ampia collezione italiana di strumenti storici tra cui Stradivari, Guarneri, Amati, Guadagnini, Maggini, Bergonzi, Ruggeri, Rogeri, Grancino, Gagliano, Landolfi e altri e collabora con i privati per la gestione, l’acquisto o la donazione.
Gli obiettivi filantropici, la dimensione, l’importanza culturale della collezione e il tipo di attività fanno della Fondazione un caso unico in Italia e un riferimento primario per i vincitori di concorsi nazionali ed internazionali.
La Fondazione valorizza il suo patrimonio prestando loro i preziosi strumenti e promuovendone le esibizioni nei teatri delle stagioni concertistiche.

 

 

Explore the Pinacoteca di Brera collection

masterpieces artworks catalogue very high definition