Pinacoteca di Brera Informazioni

Silver dollar club

Afro Basaldella

La sua fu una famiglia di artisti: padre e zio decoratori, i fratelli Mirko e Dino scultori. Trasferitosi a Roma, si avvicinò ben presto al gruppo di Corrente, partecipando all’esposizione del 1933 e alle polemiche contro il regime, colpevole di aver isolato la cultura italiana dal resto dell’Europa. Nel dopoguerra rinnovò la sua pittura sotto l’influsso delle avanguardie storiche, e, dal 1950, iniziò una collaborazione con la Catherine Viviano Gallery di New York: in quell’occasione compì il suo primo viaggio in America, dove ricavò intense esperienze culturali e ambientali e dove fu sopratutto la pittura di Arshile Gorky a colpirlo.

Questo dipinto, dai toni sfumati e dalla raffinata matericità, fu presentato già come proprietà Jesi alla Biennale di Venezia del 1956, quando Afro vinse il premio come migliore pittore italiano. Non è possibile spiegare con sicurezza il titolo del quadro ma si pensa che il “dollaro d’argento”, raffigurato nel pallido cerchio centrale, rimandi al mondo del jazz, particolarmente amato dagli artisti degli anni Cinquanta.

Scarica l'immagine ad alta risoluzione TITOLO Silver dollar club
AUTORE Afro Basaldella
DATA 1956
MATERIA E TECNICA Olio su Tela
DIMENSIONI cm 109.5 x 202.5
INVENTARIO 5474
SALA XXIII
FIRMA Afro 1956
Opera esposta
Donazione
Condividi
Potrebbero interessarti anche opere:
Dello stesso autore Dello stesso periodo Nella stessa sala espositiva

Scopri la collezione della Pinacoteca di Brera

Capolavori Catalogo delle opere Altissima definizione
0