Pinacoteca di Brera Informazioni

Terzo giovedì serale Brera/Musica online

Per il terzo giovedì musicale, Brera/Musica, con la direzione artistica del Maestro Clive Britton, desidera portare a casa vostra anche questo concerto on line.

 

SERENISSIMA VEDUTA
Se si accostano le parole “pittura” e “Venezia” è difficile, se non addirittura impossibile, che non si pensi immediatamente a Giovanni Antonio Canal, meglio noto come Canaletto; nelle vedute cittadine del Canaletto c’è il fermento della vita quotidiana, dalla donna che stende i panni al balcone fino allo sbirciare di un passeggero dalla finestrella del felze di una gondola; tuttavia questa giornaliera attività è ritratta in posa, immobile quanto i palazzi aristocratici di una Venezia scintillante sotto il cielo azzurro in cui persino il Bacino di San Marco increspa appena la sua superficie di vetro al passaggio delle gondole per poi tornare subito ad essere un limpido specchio. La pennellata è così nitida che in ‘Veduta del bacino di San Marco da Punta della Dogana’ si apprezzano le guglie della Basilica dietro a Palazzo Ducale tanto quanto lo svettare dei campanili delle chiese di San Zaccaria e San Giorgio dei Greci in ‘Veduta del Canal Grande verso Punta della Dogana da Campo San Vio’. Sempre nella Sala XXXV della Pinacoteca si trovano anche le vedute di Francesco Guardi. Questi comincia a ritrarre la propria città natale nel 1705, durante il periodo londinese del Canaletto, e ne riporta un’immagine più impetuosa, legata all’emozione del momento che non teme di riportare anche gli intonaci scrostati dal salmastro, il cielo grigio nella ‘Veduta del Ponte di Rialto’ e il caotico passaggio di barche mercantili davanti alle ‘Fabbriche Nove’ a Rialto.
Al suo slancio emotivo e drammatico abbiamo accostato la ‘Lettera Amorosa’ di Claudio Monteverdi, madrigale in stile rappresentativo a voce sola in cui la declamazione del testo si fa enfatica o soave a seconda del sentimento che la anima, mentre per la perfezione scenografica di Canaletto abbiamo scelto i mottetti ‘Iste est’ di Ignazio Donati e ‘Nativitas tua’ di Tarquinio Merula, in cui ogni singola voce appare e scompare nella composizione come il tocco di pennello dei due maestri vedutisti veneziani.

Programma

Lettera Amorosa – madrigale a voce sola in stile rappresentativo
Claudio Monteverdi 1567-1643

Iste est
Ignazio Donati c.1570-1638

Nativitas tua
Tarquinio Merula 1595-1665

 

 

PRATTICA DI MUSICA
Caterina Chiarcos – soprano
Andrea Gavagnin – contraltista
Emanuele Petracco – tenore
Marco Saccardin – baritono e tiorba
Alberto Maron – organo

 

Composto dal soprano Caterina Chiarcos (Cappella Marciana, La Reverdie, Capella Claudiana Innsbruck, Titans Rising Berlin), dal contraltista Andrea Gavagnin (Scherzi Musicali, Collegium Vocale Gent, Il Gusto Barocco Stuttgart, Choeur de chambre de Namur), dal tenore Emanuele Petracco (Vikra, Coro Giovanile Italiano, Coro Giovanile Mondiale, Dekor Chamber Choir) e dal basso Marco Saccardin (Coro della Radiotelevisione Svizzera Italiana, La Lira di Orfeo, De Labyrintho, Choeur de l’Opera Dijon), l’ensemble ‘Prattica di Musica’ si forma nel 2020 in occasione della vincita della borsa di studio per il seminario tenuto da Pedro Memelsdorff e Marco Mencoboni presso la Fondazione Cini di Venezia, esibendosi in seguito a Venezia, Modena e Reggio nell’Emilia per il festival Musica con Vista. Dopo una formazione accademica dedita allo studio della musica antica vocale e strumentale, i suoi membri si sono esibiti anche come solisti in numerosi festival e rassegne in Italia e all’estero, oltre ad avere all’attivo incisioni per Amadeus, Brilliant Classics, Concerto Classics e Tactus.

Scopri la collezione della Pinacoteca di Brera

Capolavori Catalogo delle opere Altissima definizione

Eventi in evidenza