Pinacoteca di Brera Informazioni

San Paolo

Marco d'Oggiono

Il dipinto proviene dalla chiesa milanese di Santa Maria della Pace, ma non si sa se giunse a Brera nel 1808 insieme alle opere recuperate dopo la soppressione del convento nel 1805. Faceva parte del polittico collocato sull’altar maggiore della chiesa. Tale polittico fu offerto dal vescovo di Bobbio Battista Bagarotti alla medesima chiesa: era costituito da otto scomparti, certamente disposti su due registri.
La cronologia della tavola braidense può essere ricostruita, oltre che attraverso gli elementi formali, anche sui dati della sua accertata committenza da parte del vescovo Bagarotti. Nel suo testamento del 12 agosto del 1519, si parla della decorazione della cappella dell’Assunta presso la chiesa di Santa Maria della Pace, ma non dell’ancona dell’altar maggiore, dove egli stesso si fece ritrarre. Poichè la decorazione della cappella dovette probabilmente essere iniziata dopo le disposizioni testamentarie del Bagarotti, è forse ragionevole supporre che al momento della loro stesura l’ancona, nata dalla collaborazione tra Giovanni Agostino da Lodi e Marco d’Oggiono, doveva essere già stata ultimata. Queste considerazioni concordano in sostanza con la datazione dopo il 1515 cui Marani giungeva su basi stilistiche, ma consentono forse di spostarla a ridosso del 1519.

Scarica l'immagine ad alta risoluzione TITOLO San Paolo
AUTORE Marco d'Oggiono
DATA 1515 - 1519
MATERIA E TECNICA Olio su Tavola
DIMENSIONI cm 180 x 72
INVENTARIO 5550
SALA XII
Opera esposta
Condividi
Potrebbero interessarti anche opere:
Dello stesso autore Dello stesso periodo Nella stessa sala espositiva

Scopri la collezione della Pinacoteca di Brera

Capolavori Catalogo delle opere Altissima definizione
0