Pinacoteca di Brera Informazioni

Polittico di Valle Romita

Gentile da Fabriano (Gentile di Niccolò di Giovanni di Massio)

Forse smembrato già nel XVIII secolo, il polittico giunse in Pinacoteca a partire dal 1811, in seguito alla soppressione dell’eremo francescano osservante di santa Maria di Valdisasso, presso Fabriano, da cui provennero le cinque tavole maggiori; le quattro tavole minori furono acquistate da una collezione privata nel 1901. Tra le ipotesi avanzate dagli studiosi, la più suggestiva ascrive la commissione del dipinto a Chiavello Chiavelli, signore di Fabriano, che nel 1406 fece restaurare il convento di Valdisasso e lo elesse come luogo della propria sepoltura: è infatti possibile che, proprio per decorare l’eremo rifondato, il signore di Fabriano avesse richiesto una grande pala con il tema più caro all’osservanza francescana, l’“Incoronazione della Vergine” attorniata da santi fondatori dell’ordine.
Se così fosse, la realizzazione del polittico andrebbe datata tra il 1406 e il 1414, anno in cui Gentile da Fabriano lasciò le Marche e si trasferì a Brescia, al servizio di Pandolfo Malatesta.
Questa ipotesi parrebbe confermata dall’analisi stilistica del dipinto, che rivela la conoscenza diretta, da parte di Gentile, delle opere di Michelino da Besozzo, l’altro grande caposcuola del gotico internazionale: poiché la presenza di Michelino è documentata a Venezia nel 1410, in anni in cui furono frequenti anche i viaggi di Gentile nella città lagunare, la datazione ipotizzata per il polittico di Brera corrisponde al 1410-1412.
Esemplare del linguaggio gotico dell’artista è la trasformazione dei personaggi sacri in eleganti figure lussuosamente abbigliate, secondo il gusto caro alle corti del tempo. Le sinuose linee di contorno generano tratti aggraziati corrispondenti all’ideale estetico di inizio Quattrocento, mentre la resa minuziosa dei dettagli naturalistici rimanda alla lezione di Michelino da Besozzo.

Scarica l'immagine ad alta risoluzione TITOLO Polittico di Valle Romita
AUTORE Gentile da Fabriano (Gentile di Niccolò di Giovanni di Massio)
DATA 1410-1412
MATERIA E TECNICA Tempera su Tavola
DIMENSIONI cm 157,2 x 79,6 tavola centrale, cm 117,5 x 40 tavole laterali inferiori, cm 48,9 x 37,8 tavole laterali superiori
INVENTARIO 153-174-175; 178-179-1229; 1230-1231-1232
SALA XXII
Opera esposta
Condividi
Potrebbero interessarti anche opere:
Dello stesso autore Dello stesso periodo Nella stessa sala espositiva

Scopri la collezione della Pinacoteca di Brera

Capolavori Catalogo delle opere Altissima definizione
1