Pinacoteca di Brera Informazioni

Polittico dell’Incoronazione della Vergine

Andrea di Bartolo e Giorgio di Andrea

Il polittico proviene dal convento di Santa Caterina d’Alessandria a Sant’Angelo in Vado, e venne acquisito dalla Pinacoteca nel 1811 come opera di ignoto greco; l’attribuzione ad Andrea di Bartolo si deve a Bernard Berenson, analogamente a quanto accaduto alla tavoletta con il Redentore, anche se, in questo caso, gli studiosi ritengono di individuare – per esempio nella figura di San Pietro ammantata di giallo – la mano del figlio Giovanni. In origine il complesso era composto da sette pannelli racchiusi da una fastosa cornice cuspidata di cui oggi si può soltanto intuire l’aspetto originale: le due tavole mancanti, raffiguranti San Michele Arcangelo e San Giovanni Battista, sono attualmente conservate presso la Galleria Nazionale di Urbino. Il polittico era completato da una predella con storie della Passione di Cristo ora divise tra il Museum of Art di Toledo (Ohio), la Pinacoteca Nazionale di Bologna e una collezione privata. La datazione del polittico si aggira attorno alla metà del secondo decennio del Quattrocento.

Scarica l'immagine ad alta risoluzione TITOLO Polittico dell’Incoronazione della Vergine
AUTORE Andrea di Bartolo e Giorgio di Andrea
DATA 1415
MATERIA E TECNICA Olio su Tavola
DIMENSIONI cm 160 x 65 tavola centrale, cm 142 x 37 tavole laterali a sinistra, cm 142 x 36 tavole laterali a destra
INVENTARIO 6088-609-186-169-599
SALA III
Opera esposta
Condividi
Potrebbero interessarti anche opere:
Dello stesso autore Dello stesso periodo Nella stessa sala espositiva

Scopri la collezione della Pinacoteca di Brera

Capolavori Catalogo delle opere Altissima definizione
0