Pinacoteca di Brera Informazioni

Paesaggio

Giorgio Morandi

È l’opera di ascendenza cézanniana, di “miracolosa” e “leggendaria” compiutezza che Cesare Brandi evoca al principio del suo saggio Cammino in Morandi, apparso nel 1939 in «Le Arti», con la quale Morandi esordisce, già adulto prima ancora  di avere una storia, capace di dipingere “senza incertezze e in possesso di un linguaggio destinato ad affinarsi, ma non a mutare i propri termini”, già con “il dono della trasfigurazione poetica, il procedere per allusioni discrete, il rifiuto del soggetto come ragione d’essere o per lo meno come ragione principale del dipinto”.
Il dipinto, pubblicato da Mario Broglio su «Valori Plastici», faceva parte di un gruppo di opere cedute dall’artista ai finanziatori della rivista (oltre a Broglio, Mario Girardon e Flaminio Martellotti), vendute poi alla galleria milanese di Vittorio Barbaroux che le immise sul mercato tra il 1935 e il 1938. L’acquisto da parte di Vitali risale a quelle date.

Scarica l'immagine ad alta risoluzione TITOLO Paesaggio
AUTORE Giorgio Morandi
DATA 1911
MATERIA E TECNICA Olio su cartone Telato
DIMENSIONI cm 37.5 x 52
INVENTARIO 7409
SALA XI
Opera esposta
Donazione
Condividi
Potrebbero interessarti anche opere:
Dello stesso autore Dello stesso periodo Nella stessa sala espositiva

Scopri la collezione della Pinacoteca di Brera

Capolavori Catalogo delle opere Altissima definizione
0