Pinacoteca di Brera Informazioni

Martirio di San Sebastiano

Vincenzo Foppa

Fu staccato nel 1808 dal primo altare a sinistra di Santa Maria di Brera, dove era affiancato da un San Rocco, probabilmente dello stesso autore, che fu strappato nel 1787 e che è andato perduto.
L’opera, databile nella seconda metà degli anni ottanta, mostra i segni dell’interesse di Foppa per la sapienza prospettica e per il gusto archeologico di Bramante, come dimostrano sia l’architettura monumentale, costruita su una prospettiva più scenografica che rigorosa e decorata da capitello e medaglione di foggia classica, sia la posa da statuaria antica del corpo del santo, nonché, infine, gli intensissimi visi degli sgherri, nei quali è forte l’eco degli Uomini d’arme di casa Visconti-Panigarola.
Il complesso impianto prospettico è apprezzabile grazie alle incisioni visibili sull’intonaco, dove si legge anche il pentimento dell’artista nel braccio destro del protagonista.

Scarica l'immagine ad alta risoluzione TITOLO Martirio di San Sebastiano
AUTORE Vincenzo Foppa
DATA 1485-1490
MATERIA E TECNICA Affresco Staccato Trasportato su Tela
DIMENSIONI cm 265 × 170
INVENTARIO 68
SALA XV
Opera esposta
Condividi
Potrebbero interessarti anche opere:
Dello stesso autore Dello stesso periodo Nella stessa sala espositiva

Scopri la collezione della Pinacoteca di Brera

Capolavori Catalogo delle opere Altissima definizione
1