Pinacoteca di Brera Informazioni

Disputa di Santo Stefano tra i Dottori nel Sinedrio

Vittore Carpaccio

La tela faceva parte di un ciclo narrativo raffigurante le Storie di santo Stefano eseguito per la sede veneziana dell’omonima confraternita e disperso nel 1806 in seguito alle soppressioni napoleoniche.
La confraternita, detta anche Scuola, riuniva i lavoratori della Lana presenti in città e occupava in un primo tempo, per le riunioni e la celebrazione del culto, la sacrestia della chiesa di Santo Stefano. Nel 1476 la Scuola aveva ottenuto dai frati del vicino convento il permesso di costruire una cappella autonoma e, a partire dal 1506, quello di poterla arredare liberamente.
Per questi ambienti Carpaccio allestì, tra il 1510 e il 1520, l’apparato decorativo cui apparteneva la tela braidense. Il tema prescelto sollecitò la vena narrativa del pittore, alle prese qui con un’ambientazione esotica che gli permetteva di lasciare libera la fantasia e di immaginare stravaganti costruzioni architettoniche – anche se vi sono echi di edifici esistenti, quali il monumento equestre al Colleoni di Verrocchio – e insoliti abbigliamenti all’orientale. D’altro canto, un solido realismo caratterizza la resa dei personaggi del pubblico in primo piano, dove solo tre dottori in turbante si mescolano al folto gruppo di ritratti dei membri della confraternita.
L’impianto compositivo e prospettico è rigoroso, come testimonia la costruzione del portico in primo piano e la resa in scorcio dei volumi appoggiati agli scalini.

Scarica l'immagine ad alta risoluzione TITOLO Disputa di Santo Stefano tra i Dottori nel Sinedrio
AUTORE Vittore Carpaccio
DATA 1514
MATERIA E TECNICA Olio su Tela
DIMENSIONI cm 147 × 172
INVENTARIO 241
SALA VII
Opera esposta
Condividi
Potrebbero interessarti anche opere:
Dello stesso autore Dello stesso periodo Nella stessa sala espositiva

Scopri la collezione della Pinacoteca di Brera

Capolavori Catalogo delle opere Altissima definizione
1