Pinacoteca di Brera Informazioni

Assunzione della Vergine

Gregorio Zavattari

La tavola fu donata a Brera da Alfredo Gerli e non se ne conosce la provenienza originaria. Viene assegnata con sicurezza alla bottega Zavattari, cui si deve, per esempio, l’esecuzione di uno dei capolavori del gotico internazionale in terra lombarda, il ciclo con le Storie di Teodolinda affrescato nel 1444 nel duomo di Monza.

Il fondo oro era inciso e lavorato, a contrasto con i dettagli a rilievo come le aureole e i bordi delle vesti. La ricchezza dei materiali e l’intensità del colore sono tra gli elementi distintivi di questa tavola, ancora arcaica per la composizione bidimensionale, per i contorni che diventano arabeschi e per la genericità dei volti. Di essa non conosciamo la collocazione originaria e anche l’autore è dubbio, poiché appartenne a una dinastia di pittori che operarono spesso in modo collettivo. L’attuale forma del dipinto, del tutto incongrua per un’opera del XV secolo, è frutto di un intervento settecentesco o ottocentesco, che ha modificato la tavola nella parte inferiore.

Scarica l'immagine ad alta risoluzione TITOLO Assunzione della Vergine
AUTORE Gregorio Zavattari
DATA 1450 circa
MATERIA E TECNICA Tempera su Tavola
DIMENSIONI cm 100 x 72.5
INVENTARIO 5454
SALA X
Opera esposta
Condividi
Potrebbero interessarti anche opere:
Dello stesso autore Dello stesso periodo Nella stessa sala espositiva

Scopri la collezione della Pinacoteca di Brera

Capolavori Catalogo delle opere Altissima definizione
1